La notizia delle dimissioni di Bossi dalla segreteria della Lega Nord corre veloce. A Roma i deputati commentano l’accaduto: il più malinconico è Altero Matteoli (Pdl), secondo cui il leader del Carroccio è “caduto in poche ore come i grandi uomini di potere – e aggiunge – pensiamo ai dittatori”. Di “cerchio tragico” parla invece Fabio Granata (Fli) con uno spirito differente dal collega e dice: “Rispettiamo il gesto, di fare un passo indietro irrevocabile”. Francesco Boccia (Pd) parla invece di “giornata storica” e pensa al futuro e alla Terza Repubblica  di Manolo Lanaro