Carlo Freccero, direttore di Raiquattro, è stato sospeso per dieci giorni dal ruolo e dalle funzioni. Il provvedimento è stato adottato dalla direzione del personale ed è conseguenza della contestazione disciplinare per i contenuti della telefonata con quotidiano Libero durante la quale il direttore di Raiquattro “è venuto meno – contesta la Rai – agli obblighi di dirigenza, correttezza e buona fede derivanti dal rapporto di lavoro, determinando sfiducia nel corretto adempimento dei suoi (di Freccero, ndr) obblighi”, in violazione di una norma del Codice Civile, oltre che del regolamento di disciplina aziendale e anche del codice etico Rai.

“Non ho mai ricevuto un premio di produzione in tanti anni, nonostante i grandi ascolti – commenta a caldo Freccero – e oggi vengo punito per una cosa che non esiste. Dal consiglio di amministrazione non ho ricevuto alcun aiuto e non ho mai avuto contatti con il ‘Calearo’ della sinistra in cda, Van Straten”.