Sei liste civiche in cui figurerà il suo nome. Inoltre Flavio Tosi sarà, nero su bianco, anche sulla lista della Lega Nord per conquistare Verona, una delle roccaforti del Carroccio. Questo, a quanto si apprende, l’accordo politico a cui i vertici della Lega sono giunti sabato scorso, e confermato oggi, in via Bellerio, alla presenza dello stesso Tosi.

Oltre a Bossi, all’incontro erano presenti anche Roberto Maroni, uno dei principali sostenitori del sindaco ‘ribelle’, il coordinatore delle segreterie nazionali del partito, Roberto Calderoli, il sindaco di Treviso e responsabile per la Lega nord nel Veneto, Gian Paolo Gobbo, e Federico Bricolo, capogruppo del Carroccio al Senato. Alla segreteria politica di lunedì prossimo resta il ‘nodo’ delle deroghe alla linea di correre da soli alle amministrative. Concederle solo dove si è certi di spuntarla in tandem con il Pdl, sarebbe la strada indicata dal Senatur.

Nel dettaglio, sul simbolo della ‘Lega Nord-Liga Veneta-Bossi’ sarà aggiunta, in piccolo, la scritta ‘per Tosi’. Mentre la lista che fa riferimento diretto al primo cittadino scaligero, sulla linea di quella presentata cinque anni fa, si dovrebbe chiamare ‘Civica per Verona-Tosi sindaco’.