Si sono svolti a Milano i funerali della partigiana Nori Brambilla Pesce, deceduta il 6 novembre. Grande partecipazione e tanta commozione alla camera ardente allestita presso la Camera del Lavoro, alla presenza di amici, partigiani, compagni di partito, giovani e studenti, e del sindaco Giuliano Pisapia.

Nori, nome di battaglia Sandra, è stata una grande protagonista della Resistenza. Di famiglia antifascista, partigiana, tra le fondatrici dei Gruppi di Difesa della donna, è stata arrestata e deportata nel lager di Bolzano. Moglie del comandante partigiano Giovanni Pesce, medaglia d’oro al valor militare, Nori, dopo la Liberazione, è sempre stata in prima fila nella battaglia per gli ideali di libertà, per l’affermazione dei valori dell’antifascismo e della Costituzione, impegnata a costruire una società più libera e più giusta nella quale fosse pienamente riconosciuta e avesse piena cittadinanza l’emancipazione della donna, si era dedicata negli ultimi anni ad incontrare soprattutto i giovani, gli studenti, nel quotidiano impegno di riuscire a trasmettere loro la stessa passione per la costruzione di un domani migliore, di pace.