Chiusura in negativo per i principali listini europei, in attesa delle decisioni della Grecia. Nel pomeriggio il governo di Papandreu illusterà le misure di austerità che sta concordando con i creditori internazionali. Intanto lo spread tra i Bund tedeschi e i titoli italiani non arresta la sua corsa e raggiunge quota 397 punti, in leggero rialzo rispetto a ieri.

Piazza Affari esordisce a +0,07%, dopo pochi minuti cala, per poi assestarsi a -1,63%. A Fiat la maglia nera: nella prima parte della seduta di Borsa, il Lingotto, già in affanno in apertura, cede il 3,67%. Sta pesando la decisione di Moody’s di tagliare il rating da Ba1 a Ba2, con outlook negativo. Deboli alcune banche, come Ubi Banca (-2,26%), Banco Popolare (-1,79%), Intesa (-0,90%) e Unicredit (-0,63%) e Mediobanca (-1,23%) che oggi approva il bilancio.

Segno meno per le altre piazze europee: Londra -1,71%, Parigi -1,53% e Francoforte, maglia nera, a -2,52%. Madrid perde l’1,83%: il differenziale tra i bonos spagnoli e gli equivalenti tedeschi è a 361 punti. Amsterdam perde lo 0,56%. Zurigo limita le perdite a +0,3%. Tra le banche europee spicca soprattutto il forte calo di quelle francesi, con Bnp Paribas che cede il 4,60% e Societé generale il 3,76%. Recupera a Zurigo Credit Suisse, che sale dell’1,11%.

Due gli appuntamenti chiave della giornata: l’annucio del governo greco e quello della Federal Reserve, che annuncerà quali misure intende adottare per favorire la crescita economica Usa. La borsa di Atene ha aperto anche oggi in leggero rialzo, registrando un +0,28%, con l’Indice Generale a 846,59 punti. Gli investitori sono particolarmente prudenti e aspettano il ritorno della “troika” nella capitale greca, previsto per la settimana prossima, e l’esito finale della trattativa della Grecia con i suoi creditori.

Nonostante l’accordo raggiunto ieri sera durante la teleconferenza fra il ministro delle Finanze greco Evangelos Venizelos e i rappresentanti della “troika”, “il mercato finanziario greco continuerà a bassi livelli in attesa di dati più chiari riguardo la concessione della sesta tranche del primo prestito e il Programma Economico a Medio Termine” è stato il commento della Eurobank. Preoccupato il ministro Venizelos, che in Parlamento, ha dichiarato: ”La Grecia sta affrontando la piu’grande crisi dai tempi della guerra civile”.

Borse asiatiche – Chiusura in rialzo per Shangai, dove il Composite ha guadagnato il 2,66%, il miglior risultato delle ultime 4 settimane. Tokyo chiude in leggero rialzo (+0,2%) a 8.741,16 punti.