Nel mese di agosto le case automobilistiche europee hanno venduto di più. Tranne la Fiat: i dati dell’azienda di Torino continuano ad avere il segno meno davanti. Lo rivela Acea, l’associazione che riunisce i costruttori di auto in Europa, che ha paragonato la situazione corrente di questa estate con quella del mese di agosto del 2010. Il risultato? Il comparto auto a livello europeo è cresciuto, facendo registrare un aumento del 7,8 per cento nelle immatricolazioni, ma il Lingotto è l’unica azienda in controtendenza: le immatricolazioni sono diminuite del 7,6 per cento. Vuol dire 45.585 vetture vendute in meno. Al contrario, Volkswagen, leader europeo del settore, nel mese di agosto ha guadagnato il14,6 per cento.

E nemmeno si può dire che la differenza dipenda da una maggiore tenuta di Fiat nel periodo di flessione precedente : a luglio, infatti, mentre il mercato europeo dell’auto perdeva l’1,9% rispetto allo stesso mese del 2010, Fiat calava del 9,9 per cento.

Dalla casa di Torino, però, si difendono: “Va messo in evidenza che il gruppo sta attraversando una fase di profondo rinnovamento della gamma dei propri marchi”. Modelli nuovi, come Lancia Ypsilon, Fiat Freemont, le Lancia Thema e Voyager e la nuova Fiat Panda, che sono esposti in questi giorni al salone dell’auto di Francoforte. Dal Lingotto poi si difendono, sottolineando che “”Panda e 500 sono le vetture più vendute del segmento A in Europa: insieme hanno quasi il 30 per cento di quota nell’anno”. Nel segmento B, invece, “La Punto rimane stabilmente nella top ten e in luglio ha incrementato le vendite in Germania del 71,8 per cento”.