Quando mi è stato chiesto di narrare la mia vita politica e professionale in Inghilterra, ho pensato a lungo a cosa raccontare ai lettori in Italia, il paese da cui provengo e a cui, inevitabilmente, sono legata. Questo blog racconterà dunque una storia, la mia, di impegno professionale, politico e umano nel mio paese di adozione.

Cercherò di scrivere una volta a settimana, di questo viaggio meraviglioso che è la passione politica, in una città come Londra, e in un quartiere come Hackney. Ma anche del mio lavoro come manager nel sistema sanitario, dove dirigo un dipartimento che si occupa di attuazione di nuove misure di sicurezza in ambito ospedaliero. E di diritti umani, di cui sono esperta e a difesa e promozione dei quali dedico molto del mio tempo libero, aiutando organizzazioni a crescere e a trovare spazi di sviluppo sia finanziario che politico. Infine, non mi esimerò da considerazioni politiche e riflessioni in chiave inglese e internazionale le quali potranno, spero, offrire punti di vista alternativi a chi si interessa delle cose del mondo. Ma sarà un viaggio di una persona con l’ambizione di conciliare carriera e famiglia, convinta che ciascuna dimensione sia di stimolo all’altra.

In questi giorni è stata presentata Fabiana, la rivista di cui sono direttrice: uno spazio – promosso dal Fabian Women’s Network, la rete delle donne della Fabian Society – per nuove riflessioni politiche e nuove policies.

Tra poco più di una settimana sarò in partenza per Liverpool, come una dei due delegati del collegio Hackney North and Stoke Newington alla Conferenza del Labour Party. Un appuntamento emozionante, durante il quale cercherò di portare la voce di Hackney, il suo multiculturalismo e la sua voglia di unità e coesione dopo le rivolte che hanno attraversato il quartiere.

Racconterò di questo, della riforma del sistema sanitario, delle rivolte e della risposta delle comunità, in particolare la mia, nella quale sono molto impegnata.

Il Regno Unito di oggi non è il paese in cui sono arrivata tre anni e mezzo fa. È un paese più impoverito e più diviso: i tagli del governo Cameron colpiscono drammaticamente chi ha meno, in un paese strutturalmente già diviso in estremi di povertà e di ricchezza.

Il Labour Party, con Ed Miliband alla guida, sta vivendo un momento entusiasmante, ridefinendo la propria identità dopo gli anni del New Labour. In seguito alle recenti violenze urbane, Ed ha lanciato la National Conversation, un grande viaggio attraverso l’etica pubblica, le ambizioni e le speranze britanniche, per ricostruire un senso di responsabilità e cittadinanza.

Ne parlerò certamente, e a lungo. Per adesso benvenuti a bordo!