Oggi l’ufficio di presidenza della Camera ha respinto, tra le proteste dei dipietristi, gli odg presentati dall’Idv e riguardanti in particolare l’abolizione del vitalizio dei parlamentari e la loro sostituzione con formule previdenziali erogate dall’Inps. Fini, a quanto si apprende, avrebbe invitato l’Idv a riformulare l’ordine del giorno, sostituendo la formula ”impegna l’Ufficio dipresidenza” con ”l’invito a valutare”, in quantol’organismo di Montecitorio non sarebbe nella condizione di assumere un vincolo sulla questione.

Sono infatti da valutare “ammmissibili – ha spiegato il presidente della Camera – gli odg che contengano, nel dispositivo, un invito a valutare o a approfondire alcune questioni, senza dare indicazioni prescrittive o voncolanti. In ogni caso – ha ancora spiegato Fini – sono da considerare inammissibili gli ordini del giorno volti a prefigurare interventi in contrasto con i principi generali dell’ordinamento, come individuati anche nella giurisprudenza della Corte costituzionale. “Ovviamente – ha fatto sapere il presidente – tutto cio’ a prescindere da qualsiasi giudizio di merito, che potra’ (e a mio avviso dovra’) essere valutato dalle forze politiche attraverso conseguenti iniziative legislative”.