Sono trascorsi venti anni da quando Ten, tra i più grandi album della storia del rock, il primo disco firmato Pearl Jam contenente capolavori, dei veri e propri “classici istantanei” come Black, Alive Even Flow e Jeremy, ha visto la luce. Vent’anni da quando Stone Gossard, Jeff Ament chitarrista e bassista già nei Green River e Mother Love Bone, Mike McCready chitarrista solista ed Eddie Vedder, cantante surfista strappato alle spiagge e alle onde dell’oceano, sono entrati nel pantheon del Seattle Sound anni Novanta, hard rock catartico e fluido tinto di blues e psichedelia. E per festeggiare il loro ventesimo anniversario, il prossimo 10 settembre al Toronto International Film Festival 2011, i Pearl Jam presenteranno in anteprima Pearl Jam Twenty, il documentario sulla band firmato da Cameron Crowe, regista premio Oscar e giornalista musicale. Per realizzare il documentario sulla carriera dei Pearl Jam sono state raccolte oltre 1.200 ore di video rari e inediti, oltre 24 ore di interviste recenti con la band e materiale live delle loro trascinanti performance.

Non è la prima volta che il regista e i Pearl Jam collaborano: Crowe aveva già diretto la band nel film commedia Singles. L’amore è un gioco dove si narrano le vicende amorose di un gruppo di giovani, focalizzandosi in particolare su due coppie, la prima formata da Bridget Fonda nel ruolo di una cameriera di un caffè, e l’aspirante musicista Matt Dillon; la seconda invece è costituita da Kyra Sedgwick e Campbell Scott, lei una tipa ormai disillusa dall’amore, lui invece innamorato perso. I componenti dei Pearl Jam, nel film, formano la band dei Citizen Dick il cui leader è Matt Dillon, mentre Eddie Vedder è il batterista.

Coprotagonisti sono la città di Seattle e la sua musica grunge, nata proprio tra queste strade alla fine degli anni Ottanta, tanto che nella colonna sonora sono presenti brani di tre band esponenti del genere: gli Alice in Chains, i Soundgarden e appunto i Pearl Jam con State of love and trust e Breath. “Nel film abbiamo messo di tutto: momenti, frammenti di video girati dai componenti della band, frammenti di audio, sequenze lampo, interviste vecchie e nuove. Tanti formati diversi, tutti per offrire uno spaccato emozionante di vent’anni di vita della band come vissuti dai suoi componenti”, ha dichiarato Cameron Crowe. “La ricchezza del materiale – aggiunge Crowe – ci ha subito imposto la strada da seguire: raccontare la storia della band lasciandoci guidare dalla musica. È stata una gioia fare questo film e non vediamo l’ora di condividerla con i fan”.

Succederà, dopo l’anteprima di Toronto, il 20 settembre quando il ritratto Pearl Jam Twenty sarà proiettato a livello mondiale in alcune sale cinematografiche selezionate. Mentre la settimana di programmazione regolare inizierà venerdì 23 settembre nei mercati principali. Il film arriverà nei migliori cinema di alcune città degli Stati Uniti e del mondo. Pearl Jam Twenty debutterà inoltre sul piccolo schermo negli Stati Uniti venerdì 21 ottobre, all’interno della serie Pbs American Masters, che andrà in onda nel corso della prima edizione del Pbs Arts Fall Festival. Il Dvd del film sarà pubblicato il 25 ottobre 2011 in tutto il mondo da Columbia Records/Sony Music Entertainment. Informazioni su modalità di acquisto dei biglietti, date e orari dell’anteprima mondiale e di due ulteriori proiezioni al Toronto International Film Festival 2011 sono disponibili sul sito Tiff.net.