Non si sono fatti mancare nemmeno le polemiche politiche per la Notte Rosa 2011. Dalla querelle tra commercianti e venditori abusivi per occupare le chilometriche strade della Riviera tra stasera e domani, fino all’annosa questione degli spurghi fognari non segnalati nelle acque del mare, Rimini e tutte le sue consorelle della riviera romagnola sono già pronte a bruciare nel giro di 24-48 ore la notte più ambita e affollata dell’estate.

Quindici chilometri di lungomare pedonalizzato e illuminato tra Rimini, Riccione e Misano Adriatico, con l’appendice di tutta la riviera fino ai lidi ferraresi, ospiteranno più di un milione e mezzo di turisti.

Cifre da capogiro per un indotto di diverse centinaia di migliaia di euro che rischiano perfino di oscurare e scalzare il classico e indiscutibile fascino dell’appuntamento di Ferragosto.

Ce la siamo tenuta stretta”, commenta il sindaco di Rimini Andrea Gnassi che la Notte Rosa se l’è inventata quando era ancora assessore al turismo della provincia, “la Notte Rosa è dentro di noi, dentro la nostra città, la nostra terra”.

Dall’amministrazione comunale della riviera hanno puntato molto a questa commistione anagrafica e culturale. L’offerta tra 1 e 2 luglio sarà tra le più variegate e trasversali, con l’intenzione di allontanarsi sempre di più dall’accoppiata deleteria riviera uguale sballo.

Altra importante novità sarà la copertura degli eventi rivieraschi sul web, grazie ad una rete capillare lunga 110 km attraverso Twitter, YouTube e Facebook. “L’idea – spiega il regista dell’operazione”, l’Amministratore Delegato dell’ Azienda Promozione Turismo e Servizi Emilia Romagna Andrea Babbi, “è quello di continuare il percorso di innovazione continua che da sempre contraddistingue la Notte Rosa, anche nelle arene 2.0”.

Per chi ancora non l’avesse fatto ecco il link per iscrivervi al canale Twitter http://backoffice3.titanka.com/about 2 oppure seguire gli aggiornamenti della Pagina Ufficiale Facebook http://www.facebook.com/LaNotteRosa della Provincia di Rimini.

Con una sorpresa dell’ultimo minuto per muoversi con facilità e vivere i diversi appuntamenti in tutte le località della costa dell’Emilia-Romagna: treni speciali gratuiti con novecentoquaranta biglietti disponibili in distribuzione negli Uffici di accoglienza turistica (Iat) di Rimini, Bellaria-Igea Marina, Gatteo, Cesenatico, Cervia e Ravenna. I treni che collegheranno Rimini a Ravenna e diverse stazioni intermedie saranno formati da carrozze “storiche” trainate da vecchie e pienamente funzionanti locomotive elettriche. Gli orari di tutti i treni della costa sono pubblicati sul sito www.emiliaromagnaturismo.it.