Un bambino di origine venezuelane è morto poco prima delle 16.00 all’ospedale Regina Margherita di Torino a causa di un guasto alla centrale di distribuzione dell’ossigeno dove erano in corso dei lavori. Il bambino, che avrebbe compiuto 10 anni ad agosto, era un paziente oncologico dell’ospedale e si trovava ricoverato in condizioni gravissime.

In rianimazione e intubato, al momento del guasto avrebbe ricevuto ossigeno puro al cento per cento che ha avuto conseguenze letali. Questa almeno la prima ricostruzione dell’accaduto. Altri cinque bambini erano collegati ai respiratori in quel momento, ma l’intervento del personale sanitario ha impedito che subissero danni.

Sull’accaduto è stata aperta una inchiesta coordinata dal pm Raffaele Guariniello, giunto sul luogo assieme ai Nas e ai Carabinieri.