Nonostante non sia nell’ordine del giorno, il decreto per l’emergenza rifiuti a Napoli arriverà al Consiglio dei ministri convocato per domani alle 15. Silvio Berlusconi e il ministro all’Ambiente Stefania Prestigiacomo lo hanno garantito al presidente della Provincia partenopea, Luigi Cesaro durante un incontro oggi. “La situazione di Napoli non consente rinvii”, ha detto Prestigiacomo. E’ “necessario un provvedimento per aiutare la Campania a superare questa fase di crisi”. Una crisi che, “se non adeguatamente fronteggiata, potrebbe innescare rischi per la salute pubblica” spiega Prestigiacomo. “Siamo un Governo Nazionale e dobbiamo farci carico dei problemi di tutto il paese in questo caso occorre rendere possibile la solidarietà fra le Regioni, consentendo in via straordinaria, temporanea e controllata, il trasferimento dei rifiuti campani”. Il premier ha assicurato che il decreto legge si farà ed ha anche ipotizzato di organizzare una riunione del Consiglio dei ministri proprio a Napoli. Proprio nel capoluogo campano si tenne, peraltro, la prima riunione del governo Berlusconi.

Cesaro, dopo l’incontro con il Cavaliere, si è detto soddisfatto. “Il Presidente Berlusconi non abbandona Napoli, questo è un dato di fatto. Voglio anche sottolineare l’assoluto impegno avuto in questa vicenda dal ministro Prestigiacomo che ha fatto anche incontrare alcuni di noi con il ministro Bossi, permettendoci di illustrargli la necessità del provvedimento del Governo. Speriamo che tutto vada bene. Il decreto in questa fase – ha ribadito Cesaro – è indispensabile”.