Roma, 24 maggio – Piazza Montecitorio. Da lunedì i comitati referendari per l’acqua pubblica e per il no al nucleare hanno organizzato un presidio permanete davanti a Montecitorio. Lo scopo è incoraggiare gli italiani ad andare a votare il 12 e il 13 giugno. “Vogliono affossare il referendum con il decreto omnibus di oggi, con la moratoria sul nucleare, perché hanno paura del voto degli italiani. Ma noi – afferma Angelo Bonelli, presidente dei Verdi – lotteremo con ogni forza, attraverso la mobilitazione della gente e rivolgendoci alla Cassazione”.
“Si oscura l’informazione sui quesiti referendari” sostiene Beppe Giuletti “perché Berlusconi sa bene che questo voto potrebbe essere l’inizio della fine, del governo di un Satrapo”. “Imparate da Fukushima e andate a votare” è l’appello della leader giapponese dei Verdi Satoko Watanabe.
Servizio di Irene Buscemi