Sono quattordici le città che, per la quinta volta, questa sera celebreranno le “Notti contro le mafie, parola ai giovani”, un appuntamento ricco di iniziative da Milano a Cagliari, organizzato dal Movimento Agende rosse in memoria del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e dei tre agenti di scorta – Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro – uccisi da Cosa Nostra a Capaci il 23 Maggio del 1992.

L’iniziativa fa parte della “Settimana contro le mafie” che per il terzo anno, dal 18 al 23 maggio, riporta l’attenzione al periodo delle stragi del ’92 e del ’93. “Vogliamo approfondire assieme le nostre conoscenze su quei gravissimi fatti di sangue che hanno inciso così pesantemente sulla storia del nostro Paese – spiegano sul loro sito gli organizzatori – Inoltre vogliamo esprimere pubblicamente il nostro incondizionato sostegno a tutti i magistrati e a tutti i membri delle forze dell’ordine che stanno indagando affinché sia fatta piena luce su quei crimini”.

Si comincia questa sera alle Colonne di San Lorenzo a Milano con “Chi è Stato?” (Qui il programma), un momento di discussione con molti ospiti tra cui Nando Dalla Chiesa, Salvatore Borsellino, Daniele Biacchessi e Peter Gomez.


Webcam chat su Ustream
Gli eventi andranno avanti tutta la settimana: giovedì 19 al negozio civico Chiamamilano un incontro (ore 20.45 – “DisOrdini: la criminalità organizzata e le professioni“) di approfondimento e confronto sul problema delle infiltrazioni mafiose nelle professioni e sulle possibili riforme; venerdì 20 alla biblioteca Dergano – Bovisa (ore 17 – via Baldinucci 76) dopo un aperitivo di apertura, seguirà una riflessione sulle storie e le evoluzioni delle mafie e dell’antimafia cui parteciperà anche il giornalista Mario Portanova; sabato 21 maggio dopo la presentazione di “Il dio dei mafiosi” (ore 17 via F. Sforza 12/a), si terrà uno spettacolo teatrale (ore 21 Colonne di San Lorenzo) “La pagliuzza e la trave. La mafia in Brianza e Lombardia (non) c’è” interpretato dalla Cdst – Compagnia degli stracci; domenica 22 ci sarà poi una passeggiata pomeridiana (dalle 15 alle 18), la “STRA-No Mafie” da piazza Diaz e l’ortomercato organizzata in 5 tappe per approfondire la storia delle mafie a Milano e curata dagli studenti di Laps; infine, lunedì 23, giorno di chiusura, si terrà, proprio in occasione dell’anniversario della strage di Capaci, “Intelligenza, impegno, coraggio di donne contro la mafia” che partirà alle 8.30 nell’Aula magna della facoltà di Mediazione linguistica dell’Università di Milano in piazza Montanelli.