Sul lungomare di Napoli arriva lo stato maggiore del Pdl campano per presentare il candidato sindaco Gianni Lettieri. Assente il coordinatore regionale Nicola Cosentino. All’esterno dell’hotel Vesuvio, sorvegliati da un cordone di polizia, ci sono un centinaio di disoccupati in lotta per il lavoro. Presente all’iniziativa il ministro della Difesa Ignazio La Russa. Al suo arrivo ‘saluta’ i disoccupati e poi torna sul tema dei rifiuti, irrisolto nonostante gli annunci di Silvio Berlusconi. Al giornalista che gli chiede di chi è la responsabilità, La Russa risponde: “Colpa sua che li ha lasciati per strada”, poi scaricare tutte le colpe sull’amministrazione comunale partenopea. La Russa promette nuovi soldati per Napoli, garantendo al candidato sindaco del Pdl Gianni Lettieri un incremento delle unità dell’esercito impiegato nelle missioni di affiancamento alle forze dell’ordine. Anche Stefano Caldoro, presidente della regione in quota Pdl, torna sul tema della spazzatura che invade le strade: “Ci vogliono almeno tre anni per uscire dall’emergenza. Berlusconi non ha mai annunciato un miracolo e non ha mai detto che era stato risolto il problema”. Gianni Lettieri, il candidato a sindaco, nel suo intervento, attacca l’amministrazione comunale targata Rosa Russo Iervolino: “Voglio parlare a tutti gli elettori, non possiamo votare per chi ha portato la città in questo disastro, per chi ci fa tenere i rifiuti in strada, per chi, in questi anni, non ha procurato un posto di lavoro”. Video di Nello Trocchia