Si parava davanti a un autobus dell’Atac per fare attraversare i suoi ragazzi. Date le condizioni del traffico romano sul lungotevere forse stava rischiando la vita. Sembrava lo studente di Tienanmen davanti al carrarmato. E aveva anche il sorriso sulle labbra. L’ho visto con i miei occhi. Il professore stava accompagnando in gita-studio nel centro di Roma una classe. Il mio pensiero è corso ai tagli alla scuola, alla misera busta paga dell’aspirante eroe… E al fatto che (se le cose non sono cambiate) molti professori anticipano i soldi dei viaggi con le scolaresche e i rimborsi arriveranno decurtati dopo anni…. Non gliel’ho chiesto ma magari era del sud e insegna in una scuola del Nord.

Vorrei che la Gelmini anche solo per un giorno vada in giro con 30 scalmanati nel centro di Roma e anche solo per una notte vegli che non facciano danni irreparabili a loro stessi e/o al prossimo in un albergo sottostellato vicino alla stazione Termini.