La segretaria del consigliere regionale lombardo, Nicole Minetti, è stata ascoltata stamani come testimone in Procura a Milano nell’ambito dell’inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo, sulle presunte firme false raccolte per la lista di Roberto Formigoni alle ultime elezioni regionali.

La donna, Clotilde Strada, collaboratrice della consigliera Minetti (che è indagata per induzione e favoreggiamento della prostituzione nel caso Ruby) è stata ascoltata come persona informata sui fatti dagli inquirenti. L’inchiesta era nata a seguito di un esposto presentato dai Radicali, che avevano depositato in Procura le copie di circa 500 firme raccolte per il listino di Formigoni e da loro ritenute false. I Radicali poi avevano anche presentato un’integrazione alla loro denuncia, nella quale sostenevano che, in base ad articoli di stampa, fosse stato ‘riapertò il listino per far entrare come candidata Nicole Minetti, proprio poco prima del termine di chiusura per depositare la lista.