Maxisbarco nella notte a Lampedusa dopo una settimana di tregua. E con l’arrivo dei 347 migranti sbarcati in nottata torna a riempirsi il Centro di accoglienza di Lampedusa. Nella struttura, che ha una capienza di 850 posti letto, erano rimasti solo 218 extracomunitari dopo gli ultimi trasferimentI di ieri con due voli verso i Cpt di Bari e Brindisi.

Proprio ieri la Procura di Agrigento ha confermato l’iscrizione nel registro degli indagati dei circa 6 mila migranti sbarcati nelle ultime settimane sull’isola. Gli extracomunitari, in gran parte tunisini, devono rispondere del reato di immigrazione clandestina. E sempre ieri anche il sindaco di Lamepdusa è stato iscritto ieri nel registro degli indagati per istigazione all’odio razziale, dopo l’ordinanza con la quale vietava l’accattonaggio e la circolazione degli immigrati per le strade dell’isola.

Intanto il governo prepara a una missione umanitaria italiana inTunisia, per dare assistenza ai profughi in loco, visto che ai confini arrivano tutte le persone in fuga dalla Libia. La stima è che la missione darà assistenza a 10mila persone. E’ quanto è stato deciso nel corso del vertice di ieri sera a Palazzo Chigi. La missione “partirà subito, entro 48 ore. Spero che poi segua l’intervento di altri paesi europei”, ha annunciato il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, parlando a Ballarò.