Nel nord-ovest del Mediterraneo si suona la chitarra. Nel sud-est si suona l’oud. La chitarra viene dall’antico liuto. L’antico liuto viene dall’oud.
La chitarra ha i tasti, le note che puoi prendere sono stabilite e anche gli accordi.
Sono le note che non danno fastidio a Dio. E’ uno strumento semplice, per tutti. Serve a suonare e cantare in compagnia.
Una volta, da noi, si suonava sulle spiagge prima dell’avvento di strani oggetti di plastica a pile con incorporato il cd di Vasco Rossi.

L’oud non ha i tasti. Le note che possono uscire sono infinite. Se sono suonate con il cuore a Dio piacciono lo stesso (forse anche di più).
E’ uno strumento difficile, per pochi. Serve a meditare, anche in compagnia. Un vero studente deve imparare per anni ad ascoltare se stesso ed il proprio maestro prima anche solo di prenderlo tra le mani.

Conosco un disco in cui questi due strumenti dialogano in un modo meraviglioso si chiama “Mediterraneo” di Eduardo Niebla e Adel Salameh del 1996. Non si trova negli Autogrill. I nostri figli ascolteranno spesso questi due strumenti insieme. E quando ci chiederanno “voi che musica ascoltavate da giovani?” molti di noi sapranno solo rispondere “ascoltavamo la radio, mentre eravamo nel traffico per andare al lavoro” .
Sparate pure sul pianista.