Attenzione: questo è un pezzo di satira preventiva.

Prepariamoci a passare dalle battute su Berlusconi a quelle su Montezemolo.

Luca Cordero di Montezemolo infatti prepara la discesa in campo con la sua Italia Futura.

Italia Futura.
Cos’è, una minaccia?

Italia Futura è un partito politico sotto lo pseudonimo di think tank e, prossimamente, di lista civica – stesso pseudonimo adottato anche dal partito di Beppe Grillo. Sia Montezemolo che Grillo infatti non ammettono di aver fondato un partito, altrimenti gli si spaventa l’elettorato.

Italia Futura si candida a guidare il Terzo Polo -che io dico: già il Primo e il Secondo Polo facevano schifo, ma c’era proprio bisogno di farne un Terzo???
Italia Futura è un partito un po’ di destra, un po’ di sinistra, un po’ di centro, soprattutto un po’ un cazzo di niente. Una sorta di “grande centro”, un centro senza varchi: entrano un po’ tutti – specie se lavorano o hanno lavorato in Confindustria, alla Luiss, in Ferrari, alla Ntv, o se sono figli o nipoti di.

Un partito fatto apposta per gli indecisi – un bacino elettorale succulento qui in Italia, il vero ago della bilancia. Già mi immagino lo slogan sui manifesti elettorali: “Sei indeciso? Non scegliere: vota ITALIA FUTURA”.

Montezemolo finora in qualità di leader di If ha adottato la stessa strategia comunicativa di Bin Laden: si espone poco e se ne sta nascosto nelle grotte di Maranello, da cui ogni tanto manda qualche messaggio più o meno minaccioso alla classe politica – e agli elettori.

Ma soprattutto Montezemolo nega sempre di volersi candidare – in questo la sua strategia ricorda più quella della Franzoni. In effetti, in questo clima di anti-politica dilagante e insofferenza verso i politici, i sondaggi di gradimento premiano Montezemolo solo perché la politica la fa di nascosto. Montezemolo vincerà le elezioni con questo slogan sul suo manifesto: “Non mi candido. VOTATEMI”.

Montezemolo comunque ha il curriculum dell’uomo politico: date un’occhiata su Wikipedia allo scandalo Italia ’90… gli manca solo la Presidenza del Consiglio! A quel punto tutti i suoi interessi (Ferrari, Ntv, La Stampa, la carriera politica) entreranno in conflitto come da tradizione nazionale.

Come vi dicevo, prepariamoci a passare dalle battute su Berlusconi a quelle su Montezemolo. Si potranno utilizzare le stesse, basterà sostituire i nomi.
Spinoza potrà campare di rendita.