Sale la tensione a Terzigno, dove i comitati antidiscarica non hanno mai abbandonato il presidio presso la rotonda di via Panoramica. Lì le ‘Mamme vulcaniche’ preannunciano altre iniziative.

Alle 4.30 di questa mattina, due autocompattatori, dopo aver sversato rifiuti nell’ex cava Sari, all’altezza della rotonda, sono stati accerchiati da una ventina di manifestanti con volto coperto e bastoni. Il gruppo ha costretto gli autisti a consegnare le chiavi dei mezzi, e poi vi ha dato fuoco. Uno dei camion proveniva da Massa di Somma e un altro da San Sebastiano al Vesuvio. Sono in corso indagini della polizia sull’accaduto.