Una balena malata, che si era arenata due settimane fa su un banco di sabbia al largo di Albany, nel sudovest dell’Australia, è stata sottoposta oggi a eutanasia usando una carica di esplosivo. Il dipartimento dell’Ambiente intendeva lasciar morire la megattera di 9 metri e mezzo di cause naturali, ma oggi ha deciso di porre fine alle sue sofferenze, dopo che si era riposizionata su un banco di sabbia.

In un comunicato il direttore distrettuale del dipartimento, Mike Shepherd, riferisce che il cetaceo si era mosso di un paio di metri dalla sua posizione originale, il che è stato sufficiente per “stabilizzarla e ucciderla in maniera compassionevole”. Quindi ha proseguito: “Finora questa non era un’opzione possibile perché l’animale, anche se malato allo stadio terminale, era sufficientemente forte per presentare un grave rischio alla sicurezza del nostro personale e dei volontari”.