Ogni anno negli Stati Uniti le cremazioni producono circa 360mila tonnellate di anidride carbonica. Ma a trovare un’alternativa sostenibile è la California che dal 2027 prevede che i defunti, anziché essere sepolti o cremati, potranno diventare concime per campi e giardini senza alcun danno per l’ambiente. La legge, proposta dalla deputata Cristina Garcia, è stata firmata qualche giorno fa dal governatore democratico Gavin Newsom, scrive il Los Angeles Times. “Con il cambiamento climatico e l’innalzamento del livello del mare che ci minacciano questo è un metodo alternativo di smaltimento che non inquina”, ha spiegato Garcia. Il nuovo procedimento prevede che il corpo del defunto sia messo in un contenitore d’acciaio e sepolto a circa 2,4 metri di profondità circondato da materiali biodegradabili come trucioli di legno. Il contenitore deve essere aerato per consentire la crescita di microbi e batteri. Il processo di decomposizione dovrebbe completarsi in uno o due mesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bollette, extraprofitti e rinnovabili: perché l’Italia non nazionalizza l’energia?

next
Articolo Successivo

Alluvione Marche, negli anni abbiamo fatto di tutto per costruire una ‘tempesta perfetta’

next