Peugeot Motocycles torna sul mercato italiano dopo tre anni di assenza, , affidando la nuova struttura all’esperienza del neo-nominato Managing Director Giovanni Notarbartolo di Furnari, con partenza ufficiale il 1° ottobre. Proprio lui, in occasione di un incontro informale con la stampa, spiega che “l’Italia è il primo mercato europeo per l’immatricolato a due ruote, un primato che si gioca con la Francia, ma che è indiscusso invece per quanto riguarda gli scooter” e continua “tra Peugeot e l’Italia c’è una storia d’amore che dura da secoli”. La sua missione sarà quella di rilanciare lo sviluppo di Peugeot Motocycles in Italia, prima di tutto attraverso il rinnovamento della rete distributiva, dei canali di vendita e dei servizi. Attualmente sono 144 i concessionari, che dovranno essere razionalizzati, e si tratta di un asset essenziale che rappresenta il futuro successo di tutta l’operazione. Strategica sarà anche la creazione di servizi che portino valore aggiunto ai clienti finali e grandi sono le potenzialità da sviluppare con il brand Peugeot Auto. Non sono escluse neanche collaborazioni con Citroen, molto attiva nella micromobilità per le grandi città.

Ma i veri protagonisti del rientro in Italia della Casa del Leone saranno i prodotti, e il prossimo Eicma (lo show delle due ruote più famoso del mondo) di Milano sarà il fulcro del rilancio. Assenti l’anno scorso e il precedente, Notarbartolo di Furnari sottolinea che “quest’anno saremo presenti ad Eicma con rabbia”. L’XP 400 sarà il portabandiera della nuova strategia e parlerà a chi è innamorato di quel segmento, perché è premium e con lui saranno disponibili molti servizi. In due versioni, Allure e GT, la prima probabilmente verrà lanciata entro la fine dell’anno e avrà un prezzo molto competitivo rispetto all’Honda ADV350.

Anche il Tweet (nella foto), lo scooter a ruote alte, verrà completamente rinnovato e, promette Notarbartolo di Furnari, “sarà molto diverso dal modello attuale e sarà molto divertente”. Anche sul Kisbee, il cinquantino più venduto in Europa, ci sarà un forte intervento e diventerà il prodotto d’attacco per il mercato italiano. Imprescindibile e cruciale anche lo sviluppo dell’elettrico ma Peugeot Motocycles “entrerà in punta di piedi”. Proprio in occasione di Eicma verrà presentato il nuovo Streetzone elettrico, che rappresenterà il prodotto con cui entrare concretamente nel segmento a zero emissioni. Il piano triennale è, infine, ambizioso: nel 2021 sono stati immatricolati in Italia 2000 “due ruote Peugeot” e quest’anno si chiuderà con un migliaio di unità in più che, nel 2023 dovrebbero raddoppiare. “Questo è un nuovo inizio, senza precedenti per il brand, un nuovo capitolo della sua storia e un’occasione di rinnovamento straordinario della presenza di Peugeot Motocycles nel mercato italiano ed europeo”, ha concluso Notarbartolo di Furnari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ferrari Purosangue, la creatura a ruote alte di Maranello. Ma non chiamatela suv – FOTO e VIDEO

next
Articolo Successivo

NM Concept by Gorgona Cars, la MX-5 come non si era mai vista. La barchetta fatta a mano debutta al raduno dei record – FOTO

next