Secondo i dati disponibili alle ore 18 di oggi 3 agosto sono 24 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione civile, di cui 6 rispettivamente da Lazio e Calabria, 5 dalla Sicilia, 2 dalla Campania, una ciascuna da Piemonte, Emilia-Romagna, Puglia, Basilicata e Sardegna. “Nella giornata odierna – fa sapere il Dipartimento – gli equipaggi dei Canadair e degli elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi per cui si è reso indispensabile il supporto aereo alle operazioni svolte dalle squadre a terra”. Sono stati spenti, prosegue il Dipartimento, dieci roghi. E prosegue ricordando che “la maggior parte degli incendi boschivi è causata da comportamenti superficiali o, spesso, dolosi e che la collaborazione dei cittadini può essere decisiva nel segnalare tempestivamente al numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 115 o, dove attivato, al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise, si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva”.

In Toscana, la linea ferroviaria Tirrenica è stata interrotta per oltre due ore tra Cecina e Bolgheri (Livorno), a causa di un rogo di sterpaglie che, spinto dal vento, si è propagato rapidamente. Ha interessato anche i binari e distrutto alcune auto in sosta nei presi di una concessionaria. La linea, si apprende dal gruppo Fs, è rimasta bloccata dalle 14.30 alle 17, dopodiché è stato riaperto un binario e la circolazione dei treni ha ripreso in parte a scorrere. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con diverse squadre dotate di autobotti e coadiuvate da personale Aib inviato dalla Regione Toscana. Il presidente Eugenio Giani ha emesso un’ordinanza straordinaria con cui vieta, fino al 30 settembre, la custodia di cani a catena o con altro strumento di contenzione permanente. A causa del caldo torrido e dell’elevato rischio di incendi, alimentati dalla forte siccità e dal vento in molte zone anche della nostra regione, gli animali tenuti alla catena rischiano la vita quotidianamente. Sempre in centro Italia le fiamme sono arrivate al di fuori della sede stradale: è stato temporaneamente chiuso sul Grande Raccordo Anulare lo svincolo “Cassia”, direzione Roma Centro, all’altezza del km 11,700 in carreggiata interna. Chiusa al traffico, sempre per un incendio ai margini dell’autostrada, anche l’A29 Alcamo-Trapani. La strada è stata provvisoriamente interrotta in entrambe le direzioni tra Alcamo e Fulgatore. I vigili del fuoco sono in azione e si attende l’intervento di un canadair. Sul posto è presente anche il personale di Anas per il ripristino della circolazione nel più breve tempo possibile.

Dalle prime ore del pomeriggio del 3 agosto i pompieri sono inoltre al lavoro per contenere ed estinguere un vasto rogo che sta divampando in una vasta area boschiva nella vallata del Bidente, sul territorio del comune di Galeata, in provincia di Forlì-Cesena (Emilia-Romagna). Il comando forlivese dei vigili del fuoco precisa che sul posto sono impegnate diverse squadre inviate dalla sede centrale, dal distaccamento di Rocca San Casciano, dal distaccamento Bagno di Romagna e dal gruppo volontari di Civitella, per un totale di 14 automezzi antincendio in azione. Sul posto sta operando anche un elicottero del Reparto Volo di Bologna che ha già effettuato diversi lanci di acqua e liquido estinguente sui focolai ancora attivi. Sempre nel pomeriggio i volontari di Civitella sono stati impegnati in un altro rogo divampato nella zona di Montecolombo, frazione di Tontola del comune di Predappio. In questo caso l’incendio è già stato estinto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Germania fa marcia indietro sullo stop al nucleare: con meno forniture da Mosca, Scholz pensa di ritardare la chiusura delle centrali

next
Articolo Successivo

Dolomiti, grossa frana in val Fiscalina: enormi massi si staccano dalla montagna. Nessun ferito

next