Nuova azione di Extinction Rebellion nella mattina del 16 giugno. Gli attivisti hanno bloccato una carreggiata del Grande Raccordo Anulare per protestare contro l’utilizzo di gas e carbone mandando il traffico in tilt. I manifestanti si sono seduti in mezzo alla strada con uno striscione tenuto tra le mani e sono stati strattonati e trascinati sull’asfalto da alcuni automobilisti che volevano passare. Una donna invece prima avverte gli altri di “non usare la violenza” e poi sottolinea: “Voi avete di diritto a protestare ma io ho il diritto di andare a lavorare per dare da mangiare ai miei figli”.

Un automobilista ha anche tentato di forzare il blocco, avanzando fino a toccare un’attivista mentre un altro manifestante tentava di fermare l’auto con le proprie mani. Alla fine è intervenuta la polizia che, arrivando sul posto, ha spostato di lato le persone e ha rimosso gli striscioni, aprendo un varco agli automobilisti per passare.

Qui il reportage di FQ Extra sugli attivisti del movimento ambientalista Extinction Rebellion

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Incendio all’impianto di Malagrotta, domate le fiamme ma continuano le colonne di fumo: lo spegnimento “potrebbe durare giorni” – Video

next
Articolo Successivo

Incendio all’impianto di Malagrotta, i residenti: “Aria irrespirabile, ennesimo disastro ambientale. Ora basta. I bimbi hanno visto il sole oscurarsi”

next