“Correte, ho ucciso mio padre”. Così ha detto un ragazzo di 19 anni questa mattina ai carabinieri confessando l’omicidio del genitore. I fatti sono successi a Sesto San Giovanni, cittadina dell’hinterland milanese, intorno alle 9 della mattina di domenica 12 giugno. Quando i militari sono arrivati sul posto, in via Saint Denis 9, dove il 19enne vive con la famiglia, hanno trovato il cadavere mutilato dell’uomo di 57 anni in camera da letto e il giovane in stato di choc. Secondo quanto ricostruito, infatti, il ragazzo ha sorpreso il padre in camera, forse nel sonno, e lo ha colpito più volte con un coltello, facendo a pezzi il corpo. Sembra che il ragazzo abbia problemi psichiatrici alle spalle da molto tempo: è stato descritto come “un ragazzo con qualche difficoltà” dai vicini di casa. Nel palazzo tutti sono sconvolti dall’accaduto, pochi hanno voglia di parlare: “Gli ha tagliato la testa. Che disgrazia, che cosa ha fatto”, ha detto all’Ansa una donna, “ci sono delle voci sulle sue difficoltà, ma io non voglio fare pettegolezzi”, ha spiegato. Sono in corso le indagini dei carabinieri della SIS del Nucleo Investigativo di Milano, che stanno effettuando i rilievi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Omicidi di Sarzana, Bedini indagato anche per la morte di Camilla Bertolotti. “Accertamenti interni” sul mancato arresto dopo la condanna

next
Articolo Successivo

Modena, spara alla moglie e alla figlia 22enne di lei: fermato un 47enne. “Oggi era prevista l’udienza di separazione”

next