“Se fossi stato presidente della Repubblica avrei potuto andare e ripetere con Putin quello che ho fatto nel 2008″, con la situazione della Georgia. Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi parlando della guerra in Ucraina a margine del voto a Milano per i referendum sulla giustizia. “Lo tenni al telefono cinque ore e gli dissi ‘sappi che se domani mattina invadi la Georgia divorzi dall’Unione Europea, dalla Nato e dagli Usa – ha concluso -. Alle 10 di mattina arrivò l’ordine da Mosca alla truppa di ritirarsi”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’ambasciata russa: “Pagato a Salvini il volo per Mosca, poi ci è stato rimborsato”. La Lega nega e il leader minaccia querele

next