“Stiamo già facendo tutto il possibile per identificare al più presto tutti i militari russi coinvolti in questi crimini, tutto per punirli. Probabilmente, ora gli occupanti cercheranno di nascondere le tracce dei loro crimini. Non l’hanno fatto a Bucha quando si sono ritirati, ma è possibile lo facciano in un’altra zona”.

Le parole del presidente dell’Ucraina, sugli orrori nella città di Bucha, dove gli occupanti russi avrebbero torturato i civili ucraini. “Dobbiamo prepararci – continua Zelensky – a un’attività ancora più brutale degli occupanti in direzione Est e Sud. Sappiamo cosa faranno nel Donbass. Sappiamo cosa faranno vicino a Kharkiv e in altre parti del Paese. La Russia concentra lì una quantità significativa di militari e di attrezzature. E questa attività dimostra che le sanzioni imposte alla Russia non sono sufficienti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra Russia-Ucraina, anche l’Italia espelle 30 diplomatici di Mosca: “Rischio per la sicurezza nazionale”. Mosca: “Risponderemo”

next