Un sondaggio Swg ha cercato di capire quali leader siano ritenuti i più adeguati a succedere a Draghi dopo il 2023. La ricerca, svolta su un campione rappresentativo di 1200 maggiorenni, ha dato come risultato Giuseppe Conte al primo posto, con un punteggio del 31%. Seguito da Giorgia Meloni, alla guida di Fratelli d’Italia (28%) e da Enrico Letta, leader Pd (26%). Al quarto posto c’è Carlo Calenda (Azione). Solo quinto Matteo Salvini (Lega) con 16%, pari con Antonio Tajani. Sesto il ministro della Salute Roberto Speranza (13%). Seguono Berlusconi (12%), e Toti (11%). Sotto il 10% Matteo Renzi, Nicola Fratoianni e Gianluigi Paragone.

Nel corso dello stesso sondaggio la maggioranza dei partecipanti si è detto insoddisfatto dall’approccio di Draghi alla guerra in Ucraina: il 54% ha visto “poca” o “nulla” efficacia nel suo intervento, mentre il 35% si dice molto o abbastanza soddisfatto. Chi non è contento lo critica perché lo considera troppo condizionato dagli americani (30%), perché non è riuscito a ricavarsi un ruolo di primo piano nelle trattative (25%), perché non è stato abbastanza incisivo (22%).

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra in Ucraina, Draghi: “Putin e l’esercito russo dovranno rispondere delle loro azioni”

next
Articolo Successivo

Diplomatici russi espulsi, la Lega si smarca. Il responsabile Esteri Fontana: “Storia insegna che la pace non si raggiunge in questo modo”

next