Anche a Milano migliaia di persone sono scese in strada in occasione della Giornata internazionale della donna. “Lanciamo un grido di sorellanza a chi sta resistendo nei luoghi del conflitto – hanno spiegato lungo il corteo le attiviste del collettivo transfemminista Non Una di Meno – chiediamo il disarmo immediato”. Il corteo si è snodato dal piazzale antistante la Stazione Centrale fino a piazza Duomo per dire no alla violenza, chiedere il rispetto delle donne e dei loro diritti ed esprimere solidarietà al popolo e alle donne ucraine che sono in guerra. Molti sono arrivati in piazza con le bandiere della pace e vestendo i colori della bandiera ucraina. Ad aprire il corteo un grande striscione contro la guerra ‘Stop the War

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marta Collot: “Io violentata e stalkerizzata, racconto la mia storia per lanciare un invito a chi subisce la sopraffazione: uniamoci”

next
Articolo Successivo

A sei anni dall’accordo con la Turchia contro i flussi, ecco la doppia morale Ue sui profughi

next