Dopo la decisione della Corte Costituzionale, che ha giudicato “inammissibile” il referendum sull’Eutanasia legale, Marco Cappato, dell’associazione Coscioni, ha parlato con i giornalisti. “Questa per noi è una brutta notizia, credo che sia una brutta notizia per coloro che subiscono e dovranno subire ancora più a lungo sofferenze insopportabili contro la loro volontà. Credo sia ancora di più una brutta notizia per la democrazia del nostro Paese perché sarebbe stata una grande occasione per collegare la realtà sociale con le istituzioni su questo molto disattente”, ha detto Cappato fuori dal palazzo della Consulta.

“Sull’Eutanasia però sono fiducioso, siamo fiduciosi. Abbiamo gli altri strumenti, quelli che abbiamo utilizzato fino a oggi da 15 anni a questa parte, con Piergiorgio Welby, fino a Dj Fabo, le disobbedienze civili, i ricorsi, le elezioni perché no”, ha aggiunto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eutanasia, referendum inammissibile per la Consulta: “Non preserva la tutela della vita umana”. Cappato: “Brutta notizia per la democrazia”

next