“Ci sono delle preoccupazioni per un eventuale spostamento di una figura così importante, del premier da Palazzo Chigi, in una situazione di emergenza oggettiva e con segnali internazionali allarmanti, ”. A dirlo è Paola Taverna, intercettata al termine di un pranzo con gli altri vicepresidenti del M5s, (eccezion fatta per Riccardo Ricciardi) e con Ettore Licheri. Per la vicepresidente del Senato “sulla rosa dei nomi di centrodestra nessuno pone veti su nessuno”. Resta comunque il nome di Mario Draghi tra i ‘papabili’. Eleggerlo significherebbe per i partiti riaprire le trattative per la formazione di un nuovo governo. “Noi per statuto e storia qualunque passaggio fondamentale, nell’eventualità della nascita di un nuovo governo, deve essere sottoposto ai nostri iscritti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quirinale 2022, Casini arriva alla Camera per la seconda chiama: “Come vivo questi giorni? L’importante è la salute”

next
Articolo Successivo

Quirinale 2022, Conte: “Draghi? Il mio ruolo non è difendere il destino dei singoli, ma l’interesse nazionale” – Video

next