Due club della movida milanese, il Tocqueville e l’Hollywood, sono stati sanzionati dalle forze dell’ordine durante un controllo svolto nella serata del 14 gennaio. Nel primo caso, gli agenti hanno multato il proprietario della discoteca perché, al momento del loro ingresso, nel locale c’erano almeno 150 persone senza la mascherina e non distanziate. Il fatto che queste non stessero ballando e che la musica fosse riprodotta da un computer senza i comandi di un dj ha evitato una sanzione più grave, dato che fino al 31 gennaio le discoteche e le sale da balle sono chiuse. Sanzione grave che invece è arrivata all’Hollywood, in corso Como, che rimarrà chiuso per cinque giorni a seguito di varie violazioni delle norme attuali. Nella fattispecie, c’era un dj in console a scegliere la musica al ritmo della quale 200 persone senza mascherina ballavano bevendo drink acquistati nel locale. Tutto come nel periodo pre-pandemia.

(Foto di repertorio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Successivo

Coronavirus, il report Iss: “Tasso di ricovero non vaccinati in intensiva è 26,7 ogni 100mila. Lo 0,9 per chi ha fatto la dose booster”

next