Altri tre Consigli regionali hanno votato i delegati che parteciperanno all’elezione del presidente della Repubblica, in programma a partire dal 24 gennaio. In tutti i casi è passato lo schema “classico” che prevede l’elezione del governatore, del presidente dell’assemblea elettiva e di un rappresentante dell’opposizione. In Puglia i designati sono il presidente della giunta Michele Emiliano (31 voti), la presidente del Consiglio regionale Loredana Capone (Pd, 30 voti) e il vicepresidente in quota opposizione Giannicola De Leonardis (FdI, 15 voti). Per la Calabria andranno a Roma il governatore Roberto Occhiuto (Forza Italia, 20 voti), che da ex capogruppo azzurro farà ritorno in diversa veste alla Camera, il presidente del Consiglio Filippo Mancuso (Lega, 19 voti) e il capogruppo del Pd Nicola Irto (9 voti).

Il Friuli-Venezia Giulia ha scelto invece Massimiliano Fedriga, il presidente del Consiglio Piero Mauro Zanin (Forza Italia) e il consigliere di opposizione Sergio Bolzonello (Pd). In questo caso a ottenere più preferenze è stato Zanin (31), seguito da Fedriga (29) e Bolzonello (16). Con 17 Regioni su 21 che hanno già eletto i delegati, il quadro complessivo vede 15 rappresentanti del Pd, 11 della Lega, 8 di Forza Italia, 5 di Fratelli d’Italia, 4 del Movimento 5 stelle e 6 sparsi tra altre forze politiche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi, sul Giornale il fantasioso appello per candidarlo al Colle: “Eroe”, “Amico dei leader mondiali”, “Fece finire la guerra fredda”

next