È di almeno 19 morti – 27 secondo altre fonti – il bilancio di un incendio scoppiato in un edificio a Osaka, in Giappone. Lo riferiscono i media locali, secondo i quali la polizia ritiene che l’origine possa essere dolosa. Secondo l’emittente Nhk, le fiamme sono divampate all’interno di una clinica medica, al quarto piano di un edificio situato vicino alla stazione ferroviaria. “Il fuoco è stato identificato alle 10:18 della mattina (ora locale) al quarto piano di questo stabile di otto piani” dice un portavoce dei pompieri arrivati subito sul posto.

Fonti della polizia, citate dall’agenzia Kyodo, hanno riferito che il principale sospetto è un uomo sulla sessantina visto con in mano un sacchetto di carta da cui fuoriusciva del liquido. L’incendio sarebbe divampato proprio nel punto in cui era gocciolato parte del liquido, poi diffusosi velocemente nello stabile situato nel quartiere Kitashinchi, popolato da bar e locali notturni. In tutto, 70 autopompe sono state mobilitate per spegnere il rogo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il consenso è importantissimo: così il Cremlino affronta la guerra in Siria promuovendo un film

next
Articolo Successivo

Facebook banna 7 società investigative: “Creano falsi account con cui spiano, rubano dati e screditano persone su commissione”

next