Sono felice e fiera di presentare, in anteprima sul FattoQuotidiano.it, la collana editoriale 2022 dei nostri mag-book, il primo giorna-libro italiano, una pubblicazione mensile serie limitata in print on demand e autoprodotto, editato dall’Associazione ReWriters, cuore pulsante dell’omonimo Movimento culturale.

Dopo aver pubblicato i 12 numeri 2021 con cui ci siamo sostenuti fin qui (eccellente regalo di Natale, se avete amici e amiche progressisti come noi: eccoli qui) e ospitato i contributi di firme a noi care come quelle di Massimo Recalcati, Melania Mazzucco, Lidia Ravera, Lorenzo Jovanotti, Carmen Consoli, Gianna Nannini, Paola Turci, Morgan, Vittorio Lingiardi, Roberto Cotroneo, Romana Petri, Monica Cirinnà, Rancore, Giobbe Covatta, Marina Rei, Michela Serra, Giovanna Melandri, Giulia Blasi, Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo, Nancy Brilli, Stefano Fresi, Nadia Terranova, Vauro, Daniel Cuello, Silvia Ziche, Cristina Bowerman, e tantissimi altri, anche il 2022 promette di scatenare altri autorə, artistə, influencer, giornalistə, blogger, filosofə, accademicə, scienziatə, attivistə, professionistə impegnati con noi nella riscrittura dei paradigmi.

Si parte il 2 gennaio, con il mag-book sui teen-ager, “W la squola!”, con la copertina realizzata dall’artista Zeno Pax, a cura della scrittrice Domitilla Pirro, finalista al premio Libro Dell’Anno 2019 di Fahrenheit – Radio 3 Rai, direttrice creativa di Fronte del Borgo alla Scuola Holden, con i contributi, tra gli altri, di Stefania Auci, autrice e docente, Silvia Costantino + Francesco Quatraro, editorə effequ, Beatrice Cristalli, linguista, formatrice, consulente Treccani in editoria scolastica, Alessandro D’Avenia, autore e docente, Lorenzo Fantoni, giornalista, autore, founder N3rdcore, Francesco Gallo, autore, consulente didattico, founder Merende Selvagge e Fronte del Borgo – Scuola Holden, Vera Gheno, linguista, autrice, divulgatrice, Manuela Pinetti, sceneggiatrice, autrice, creatrice di Boosta Pazzesca, Stella Pulpo, autrice e creatrice di Memorie di una vagina, e tanti altri.

Ma ogni mese sfornerà copertine inedite firmate da artisti street nazionali e internazionali e punti di vista irriverenti, creativi, divergenti e contro-narrazioni per riscrivere le regole del gioco di questa epoca oscura: a febbraio si parlerà di come è cambiato il nostro modo di viaggiare, con la curatela della direttrice della scuola Aleph, la poetessa Erica Donzella, a marzo delle donne inventrici con l’architetta founder di Labo, Cristiana Meloni, ad aprile sarà Ernesto Assante a chiamare a raccolta le grandi firme e le nuove sul tema immaginario e musica; e poi a maggio, insieme per combattere lo stigma sulla salute mentale, a cura di Beatrice Curci, consigliera nazionale della FNSI – Federazione Nazionale Stampa Italiana, autrice a Agorà di Rai3, o a giugno, per il Pride, con il mag-book su intersezionalità e queerness come chiave dell’innovazione socioculturale, a cura di Eleonora Santamaria, scrittrice, dottoranda in Letterature, arti e media, la transcodificazione; fino a questa estate, con le curatele di Matteo Bianchini, maestro di scuola primaria e professore all’Università di Firenze, da anni impegnato sull’educazione affettiva e relazionale, autore su WikiScuola, protagonista del film Educazione affettiva, e Immanuel Casto, cantautore e Presidente del Mensa, associazione internazionale costituita da quel 2% della popolazione mondiale con il più alto Quoziente Intellettivo, con le uscite sulle nuove sfide dell’educazione e sulle nuove intelligenze. Autunno e inverno regaleranno le tematiche del futuro dei social media e della poesia, rispettivamente con le curatele di Giovanni Prattichizzo, Social Media Manager dell’Istat, e dell’artista David Riondino in coppia con il giovane poeta Elvio Ceci, poeta.

Infine, due sorprese: a ottobre uscirà la prima ReWriters Graphic Novel, interamente disegnata da Ginevra Tonini Masella, dottore di ricerca in Storia moderna e contemporanea e illustratrice, con il personaggio Rew, che incarna i valori di ReWriters, mentre a dicembre uscirà Artisti uniti per riscrivere le regole del mondo, a cura di Loredana Bertè e della sua Bandabertè crew, con gli artisti e le artiste italiane più rappresentativi del momento, che firmeranno il loro punto di vista su come costruire un nuovo mondo.

Gli abbonamenti per il 2022 partiranno oggi a questo link, e noi contiamo di diventare da onda, marea, grazie a voi lettori e lettrici che crescete ogni settimana del 150% ormai da un anno e mezzo senza mai decelerare, ma anche grazie ai circa 200 autori e autrici impegnati, ogni anno, a sostenere il nostro Manifesto e i punti su cui siamo impegnati:

°Giustizia intergenerazionale°
°Crisi climatica, ecologia profonda, ecosofia°
°Antispecismo°
°Femminismi, antisessismo, contrasto alla violenza contro le donne°
°Antirazzismo°
°Inclusione sociale, adaptiveness, contrasto all’abilismo°
°Ottica di genere, queerness, fluidity, diritti LGBTQI+, intersezionalità°
°Cultura bioetica°
°Linguaggi inclusivi, comunicazione non-violenta, etica dei media, linguaggio giraffa°

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bell hooks è morta a 69 anni: addio alla scrittrice e intellettuale femminista che ha insegnato a “trasgredire” per essere liberi

next