Sono 26.109 i nuovi casi di positività al coronavirus rilevati oggi in Italia, frutto di 718.281 tamponi molecolari e antigenici processati nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è al 3.6%. Il bollettino del ministero della Salute comunica un numero di decessi ancora in aumento: sono 123. Continua a crescere anche la pressione sugli ospedali, con 101 nuovi ingressi in terapia intensiva. Era da inizio maggio che non si registrava un numero così alto di ingressi in 24 ore. I posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti di rianimazione sono ora 917, +47 nel saldo tra entrate e uscite. In area medica si registra oggi un +29 e i ricoverati positivi salgono a 7338.

Il confronto con la scorsa settimana è poco significativo sul fronte dei contagi, perché giovedì scorso era il giorno dopo la festività di Sant’Ambrogio: furono rilevati 12.527 nuovi casi, con appena 312.828 tamponi processati. Oggi i test effettuati sono oltre 400mila in più e infatti l’incidenza è più bassa rispetto a una settimana fa (era al 4%), nonostante i contagi rilevati siano raddoppiati. Mettere a paragone i dati settimanali però testimonia quanto l’aumento dei nuovi positivi rilevati giornalmente stia influendo sulla situazione delle terapie intensive, dove da lunedì ad oggi ci sono stati in totale 338 nuovi ingressi. Nei primi quattro giorni della scorsa settimana erano stati 265. Continua a crescere anche il numero dei positivi deceduti: già 470 morti questa settimana, più di 100 ogni 24 ore. Nello stesso periodo di una settimana fa erano 356.

I dati regionali
La Lombardia registra un ulteriore incremento dei contagi da ieri ad oggi: sono 5.304 i nuovi positivi comunicati dal Pirellone. Segue il Veneto con 3.383 casi, in calo però rispetto a mercoledì. Il Lazio (2.652 casi), il Piemonte (2.197) e l’Emilia-Romagna (2.077) superano i 2mila contagi in un giorno. Tutte le altre Regioni più grandi vanno comunque oltre quota mille: Campania (1.770 casi), Sicilia (1.346) e Toscana (1.222 casi). Ma superano o si avvicinano alla soglia anche Regioni più piccole: la Liguria, che da lunedì sarà in zona gialla, arriva a 1.011 contagi giornalieri. La Calabria arriva a 929 e il Friuli-Venezia Giulia a 914 casi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, da lunedì diventano 6 le Regioni in zona gialla. Niente evento di Capodanno a Bologna, in Trentino super Green pass anche al bancone

next
Articolo Successivo

“Nesso tra decesso e somministrazione del vaccino Astrazeneca”, la relazione dei periti sulla morte di una insegnante

next