Ancora pioggia sull’Italia. In particolare c’è allerta per il sud della Sardegna, colpito da un nubifragio questa mattina. A Sant’Anna Arresi un anziano di 80 anni è sceso dalla sua auto ed è stato trascinato via dalla forza dell’acqua: dopo alcune ore di ricerca da parte dei vigili del fuoco e della protezione civile è stato ritrovato privo di vita. Era rimasto bloccato e sceso dalla vettura, trovata capovolta. Risultano dispersi nella zona di Capoterra, sempre nella parte meridionale dell’isola. Altri cinque – sempre cacciatori – che risultavano irrintracciabili, invece, sono stati soccorsi con l’elicottero a Villa San Pietro (Cagliari). Sono in ipotermia e saranno visitati dal 118. In Liguria allerta gialla fino alle 18. Ancora non si hanno notizie invece di alcuni cacciatori, circa una ventina. In Toscana, invece, un fulmine ha colpito nelle scorse ore la facciata della procura di Pisa provocando il distacco di un pezzo di marmo, che ha danneggiato tre auto parcheggiate nei paraggi.

SARDEGNA – Strade allagate e tombini saltati a Cagliari e in provincia, nel Sulcis e anche in diverse zone del Nord Sardegna. In tutta l’Isola i centralini dei Vigili del Fuoco sono stati presi d’assalto per l’acqua entrata nelle cantine e in molte abitazioni. Chiusa la Strada statale 554 all’altezza di Selargius, forti rallentamenti anche sulla SS 387 all’altezza di Soleminis, nel Parteolla, dove un ruscello ha esondato. Nel corso della mattinata l’allerta della Protezione civile, data ieri per gialla, è diventata arancione. A Sant’Arresi, nel Sulcis, è morto un anziano di 80 anni. “Il maltempo ha investito in pieno tutto il Sulcis – ha detto all’Ansa il direttore generale della Protezione civile Regionale, Antonio Belloi – i quantitativi di pioggia che avevamo previsto sono già caduti. Visto che continuerà a piovere in maniera diffusa su tutta l’Isola e vista la fragilità del territorio si è alzato il livello di allerta. Stiamo monitorando costantemente la situazione”. Dalle 14,20 la circolazione dei treni è sospesa tra Cagliari e Decimomannu per i danni causati dal maltempo e l’allagamento dei binari nella stazione del capoluogo sardo. Otto i treni regionali coinvolti fino alle ore 16 e collegamenti garantiti con autobus sostitutivi. Lo fa sapere Ferrovie dello Stato. Intanto un intero paese montano del Cagliaritano, Burcei, è senza elettricità. A Muravera, vicino a Cala Pira – una nota località turistica della costa sud occidentale – le case sono finite sott’acqua. Non si contano i disagi e i danni per i cittadini: anche in centro a Cagliari alcune case, ma soprattutto gli scantinati, sono stati sommersi. A Burcei il Comune ha emanato un avviso alla popolazione che è stato sollecitato l’intervento di riparazione del guasto della rete elettrica che sta colpendo l’intero comune”. Il sindaco del capoluogo sardo Paolo Truzzu ha disposto la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado per lunedì 15 novembre. L’ordinanza è stata emanata per consentire le verifiche sulla sicurezza degli stabili scolastici dopo le incessanti piogge che hanno creato disagi e allagamenti in città. “Si invitano i cittadini a limitare al massimo gli spostamenti dalla propria abitazione in considerazione dello stato di diverse strade ancora allagate – si legge in una nota del Comune – Le squadre della Protezione civile stanno provvedendo alle operazioni deflusso delle acque e la Polizia Locale sta vigilando sulla sicurezza della circolazione stradale. Anche nell’abitato di Pirri si sono registrate forti criticità nonostante la recente manutenzione delle caditoie e lo svuotamento delle vasche di laminazione”, fa sapere ancora l’amministrazione comunale. Una famiglia con un anziano si trova in difficoltà nella zona di Baccalamanza (città Metropolitana di Cagliari) e la Protezione civile locale sta andando sul posto per soccorrerla: la strada comunale, ha fatto sapere Beniamino Garau, sindaco della vicina Capoterra all’Ansa, è stata invasa dal fango e non c’è più. “Seppure con l’allerta gialla già questa mattina abbiamo attivato il centro operativo comunale e monitorato la situazione del rio san Girolamo soprattutto a Poggio dei Pini e a valle, dove sono arrivati detriti e fango – ha aggiunto – la situazione è arrivata a livello di guardia ma per fortuna ha smesso di piovere”. In particolare a Poggio dei Pini le persone sono rimaste chiuse in casa per alcune ore a causa della portata del corso d’acqua che rischiava di tracimare. Situazione più critica vicino al Mare tra Torre degli ulivi, il centro storico di Capoterra, dove il fango ha invaso la via Cagliari e allagato cantine e scantinati, e la Maddalena spiaggia. “Per alcune ore è rimasta chiusa anche la Statale 195 che collega Cagliari a Pula”, ha concluso il sindaco Garau.

LIGURIA – Arpal, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente ligure, ha prolungato l’allerta Gialla (la più bassa) per temporali in Liguria fino alle 18 di questo pomeriggio sul centro levante. A seguire permarrà su tutta la regione una bassa probabilità di fenomeni forti. Sono attese piogge diffuse e persistenti con instabilità su centro Levante. Dopo una temporanea attenuazione avremo una successiva ripresa delle precipitazioni diffuse in particolare sul Ponente dalla serata di oggi e almeno fino alla mattinata di domani, lunedì 15 novembre. Nelle ultime ore i fenomeni sono stati concentrati sul centro Levante con intensità fino a moderate (24.2 millimetri in un’ora a Portovenere) mentre, nelle ultime 12 ore, spiccano i 39.2 millimetri di Rapallo e i 38.8 di Santa Margherita Vara (Carro, La Spezia). Attualmente deboli precipitazioni interessano la zona di Genova. Nelle scorse ore un nubifragio si è abbattuto su Genova provocando allagamenti in tante zone, smottamenti e una frana che ha invaso la strada poco prima del sopraggiungere di un autobus di linea.

TOSCANA – Un fulmine ha colpito nelle scorse ore la facciata della procura di Pisa causando il distacco di un fregio marmoreo: alcuni pezzi dello stesso hanno danneggiato tre auto in sosta davanti all’edificio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia municipale che hanno immediatamente accertato che non vi fossero ulteriori danni strutturali. Nelle prossime ore verranno eseguiti ulteriori sopralluoghi insieme ai tecnici della soprintendenza (si tratta di un edificio storico). Le attività giudiziarie non subiranno interruzioni e gli uffici della procura saranno regolarmente aperti. La pioggia intensa e i violenti temporali della scorsa notte a Pisa e nella provincia non hanno comunque causato situazioni particolarmente critiche. Dalle ore 2 il traffico ferroviario tra Porretta Terme – Bologna – e Pistoia è sospeso a causa di una frana dovuto al maltempo. Trenitalia ha fatto sapere che, nelle ultime ore, sono intervenuti dei tecnici per ripristinare la viabilità, ma i lavori sono ancora in corso. Non ci sono stati particolari disagi perché, nella notte, nessun treno viaggia sulla linea. Trenitalia ha appena istituito una servizio bus sostituivo sulla linea. La Sala operativa della Protezione civile regionale ha aggiornato l’avviso di criticità di “codice giallo” emesso nella giornata di ieri. Mentre nel corso della giornata di domenica 14 novembre proseguono le precipitazioni, in particolare nelle zone occidentali. Nella notte di lunedì 15 sono previste residue piogge soprattutto sulla costa centro-meridionale e sull’Arcipelago, anche con temporali. A questi fenomeni, si aggiungono, dalla sera di oggi e fino alla mattina di domani, forti raffiche di vento da est, sud-est sull’Arcipelago, sulla costa centro-meridionale e nelle zone limitrofe e mareggiate sull’Arcipelago e sulle coste del grossetano.

LAZIO – Allerta gialla anche in Lazio, dove il Centro Funzionale Regionale ha emesso l’avviso di “condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal pomeriggio di oggi, domenica 14 novembre 2021, e per le successive 18-24 ore” aggiungendo che “si prevedono precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, specie sui settori costieri”. “La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto” conclude la nota.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Disagi e allagamenti nel sud della Sardegna. Nell’hinterland di Cagliari strade trasformate in fiumi: le immagini

next