I Carabinieri del Nas, su ordine della Procura di Roma, hanno sequestrato nove green pass falsi tra cui quello intestato all’81enne attore comico Pippo Franco, già candidato alle comunali della Capitale con una delle liste civiche a sostegno di Enrico Michetti. Nell’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, si ipotizza il reato di falso per l’attestazione di esenzioni non dovute o addirittura di dosi di vaccino in realtà mai ricevute.

I certificati fasulli erano rilasciati da un medico di base e da un odontoiatra con studio in zona Colli Albani, già perquisito: secondo le accuse erano destinati a sportivi, imprenditori, manager ed esponenti dell’alta società, tra cui un ex magistrato. I qr code sono stati disattivati presso il database del ministero della Salute: a quanto si apprende, sono stati utilizzati da alcuni indagati anche per accedere a locali pubblici.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Di Matteo: “Il decreto sulla presunzione d’innocenza? È un bavaglio. Potranno parlare i parenti di Riina, non il pm e il questore”

next