I clienti dell’Ikea di Corsico, alle porte di Milano, sono stati evacuati attorno alle 13 a causa della presenza di una sostanza irritante percepita nell’ambiente. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, circa mille persone sono state invitate a uscire all’esterno per consentire l’intervento delle squadre dei tecnici del nucleo Nbcr. L’allarme è poi rientrato circa un’ora dopo. Ikea ha “prontamente attivato le procedure di sicurezza e informato le autorità competenti, che sono intervenute sul posto” ha spiegato l’azienda in una nota aggiungendo che “a seguito delle dovute verifiche è stata disposta dalle autorità la possibilità di rientrare nello store e la situazione è al momento sotto controllo”.

jwplayer]4IDG4dAJ[/jwplayer]

“La priorità di Ikea – assicurano dalla multinazionale svedese – è sempre la sicurezza e la salute dei propri co-worker, clienti e fornitori e per questo continueremo a collaborare con le autorità per identificare le cause dell’accaduto”. Sul posto, in via Marchesi, sono state inviate anche ambulanze per soccorrere i clienti che hanno avvertito il malessere alle vie respiratorie ma al momento non ci sarebbero persone in condizioni serie. Le forze dell’ordine si sono subito messe a disposizione per risalire alla sostanza presente nell’aria, che potrebbe essere uno spray al peperoncino. Un’ipotesi confermata dai primi rilievi dei vigili del fuoco, che non hanno rintracciato sostanze tossiche nell’ambiente e sospettano che si sia trattato di uno spray urticante.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Il Covid non esiste”: a Jesolo paziente No Vax rifiuta il ricovero. È in gravi condizioni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – 5.188 nuovi contagi con 717mila tamponi: il tasso di positività scende allo 0,7%. Altre 63 vittime

next