Sarebbe l’attuale compagno della moglie il principale indiziato per la morte di Luigi Danesi, il 36enne accoltellato alla gola ieri sotto casa a Cesano Boscone, vicino a Milano. L’uomo, un 56enne di origine tunisina, è stato fermato nella notte dai carabinieri di Corsico per il reato di omicidio aggravato.

Danesi si era sposato con una 39enne, anche lei pregiudicata, mentre entrambi si trovavano in carcere. Finito di scontare le rispettive pene però, i due non erano andati a vivere insieme felicemente. Secondo alcune indiscrezioni, la donna aveva ripreso a frequentare l’ex compagno – ora gli arresti – con cui ha anche un figlio di 13 anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Cesano Boscone, 36enne ucciso da coltellata alla gola: l’omicida si è dato alla fuga

next
Articolo Successivo

Napoli, convalidato il fermo del 38enne accusato dell’omicidio del bambino caduto dal balcone: “Persona di spiccata pericolosità”

next