“Quando ho riletto per l’ennesima volta ‘esito positivo’ sono rimasta senza parole. Ho letto e riletto un milione di volte quelle maledette otto lettere, non ci potevo credere”. Dopo un anno, la “paziente 1di Bologna torna positiva. Bianca Dobroiu, la modella di origine rumena 24 enne, lo scorso giugno rimase positiva per 80 giorni. E adesso la variante Delta, a distanza di 14 mesi dal primo contagio, ha colpito anche lei.

Bianca come stai?
Male. Malissimo. Ho gli stessi sintomi dell’anno scorso. Febbre a 39 e mezzo, dolori, mal di testa da tre giorni. Oggi mi è venuto anche il raffreddore e la tosse. Spero di non passare ancora 3 mesi confinata nella mia stanzetta/prigione e soprattutto di non finire ancora in ospedale perché quei giorni sono stati spaventosi.

Hai paura?
Dipende dai punti di vista. Da una parte ne ho molta, dall’altra provo a sdrammatizzare e a non pensarci. Tento sempre di essere ottimista. Onestamente mi sento anche un po’ in colpa, perché sono stata ingenua a non vaccinarmi in queste settimane.

Perché non ti sei vaccinata?
Perché avevo fatto il sierologico poche settimane fa e avevo ancora anticorpi, quindi mi sentivo tranquilla. Non si parla mai di reinfezioni o di persone che si ammalano per la seconda volta, quindi o sono io decisamente sfortunata o c’è proprio un buco nell’informazione.

In che senso?
Nel senso che non ho mai letto un articolo che in modo esplicito parlasse di persone che hanno preso il Covid una seconda volta, quindi ingenuamente ero convinta che avendo gli anticorpi ed essendomi già ammalata sarei stata al sicuro. Mi sbagliavo.

Ma tu sei contraria al vaccino?
Assolutamente no. Tutta la mia famiglia è vaccinata. Se potessi tornare indietro lo farei subito. Evidentemente questi test sierologici non sono così attendibili, oppure sono io ad essere particolarmente sfortunata.

Come hai fatto a riprenderlo?
Non ne ho idea, forse a Riccione la settimana scorsa, ma chi può dirlo con certezza? La cosa strana è che sono sempre stata attenta, mettevo la mascherina anche in auto. Mia madre è paranoica e sempre in allarme: ‘lavati le mani, disinfettati, usa la mascherina, mantieni il distanziamento, togliti le scarpe’. Insomma ho sempre fatto molta attenzione, eppure rieccoci qui.

Non sei mai andata a ballare o a delle feste in queste ultime settimane?
Beh sì certo, a qualche festa sono andata ma non abbracciavo sconosciuti senza pormi il problema. Sicuramente però l’illusione di essere protetta dagli anticorpi mi faceva stare tranquilla. Inoltre sono quasi sempre andata in locali dove all’ingresso veniva richiesto il tampone negativo, quindi anche da quel punto di vista ero ingenuamente serena.

Sei stata la “paziente 1 di Bologna”, pensi di essere la “paziente 1” della nuova ondata di coronavirus?
Temo di sì. Io sono sana, sto bene, ho 24 anni, non ho patologie di nessun tipo. Sembra davvero che il Covid si sia affezionato a me, o peggio questa nuova variante non guarda davvero in faccia a nessuno, nemmeno a chi ha già avuto la malattia.

Ma i medici cosa ti dicono? Sei tu un caso particolare o come l’anno scorso sarai la prima di una lunga serie di ri-contagi?
Quello che sembra sicuro è che il Covid si può riprendere anche due volte ed io ne sono la prova vivente, quindi perché rischiare e non vaccinarsi subito?

C’è qualcosa che vorresti dire ai tuoi coetanei e alle persone che non vogliono vaccinarsi?
Vaccinatevi e smettetela di dire stupidaggini. Il vaccino è l’unica soluzione per uscire da questo incubo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Vaccinazione Covid, arriva l’esenzione per specifiche patologie. Il ministero della Salute: “Non è controindicata in gravidanza”

next