“Questo decreto è una risposta significativa molto consistente alle povertà, al bisogno che hanno le imprese e ai lavoratori, è una risposta parziale ma il massimo che abbiamo potuto fare all’interno di questo stanziamento”, così il premier Mario Draghi in conferenza stampa al termine del Cdm. Draghi sottolinea che l’obiettivo è dare “più soldi possibili” nel “minor tempo possibili”. E alla domanda su un possibile Patto di stabilità specifica: “Ora è necessario accompagnare le imprese e i lavoratori nel percorso di uscita dalla pandemia, questo è un anno in cui non si chiedono soldi, si danno soldi, verrà il momento di guardare al debito ma non è questo il momento, di pensare al Patto di stabilità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Draghi: “L’orizzonte temporale dell’esecutivo? Lo deciderà il Parlamento”

next
Articolo Successivo

Draghi: “Stralcio delle cartelle? In effetti è un condono, ma per multe di 10 anni fa. Chiaro che lo Stato non ha funzionato” – Video

next