Una stanza ad hoc con un percorso sensoriale per cercare di mettere a proprio agio il paziente: al via al Policlinico di Tor Vergata a Roma le prime vaccinazioni rivolte ai pazienti autistici gravi e ai loro caregiver. “Oggi iniziamo con 6 vaccinazioni, che saranno perpetuate ogni giorno fino ad arrivare a una calendarizzazione di tutti i nostri pazienti che vengono seguiti dal centro di riferimento”, spiega il direttore generale del Policlinico, Giuseppe Quintavalle. Si parte con le forme di patologia più grave per poi estendere l’inoculazione anche alle altre forme di disabilità. Le vaccinazioni non verranno effettuate nel centro vaccinale, per non mettere a disagio i pazienti, ma “è stata allestita una stanza con un percorso sensoriale. Al paziente fatto accomodare in una stanza con la musica di sottofondo, verrà spiegato ‘visivamente’ quello che sta per succedere, anche con degli strumenti di desensibilizzazione”, sottolinea il prof. Luigi Mazzone di Neuropsichiatria Infantile al Policlinico. Ecco come funzionerà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Chi è a rischio e non può isolarsi perché non autosufficiente vive da un anno con 4 paure, vaccinateci”, il video-appello delle Witty Wheels

next
Articolo Successivo

Rapporto sulle carceri italiane: l’affollamento è ormai una questione di salute pubblica

next