Dopo un primo tentativo di realizzare un nuovo web browser andato male, Microsoft ha deciso di riprogettare completamente Edge basandolo sul popolare Chromium, lo stesso motore cioè utilizzato da Google Chrome e alcuni altri browser: una mossa che si è rivelata decisamente efficace visto il successo avuto con gli utenti. Per continuare su questa strada di successo Microsoft non dorme mai sugli allori e continua lo sviluppo. Una delle prime novità in arrivo sulla prossima Microsoft Edge riguarda le schede verticali. Vertical tabs permetterà agli utenti di spostare la selezione e la visualizzazione delle schede aperte dalla parte alta della finestra ad un pannello laterale.

Il passaggio tra il vecchio ed il nuovo layout è possibile in un singolo click, tuttavia non è possibile utilizzare entrambe le disposizioni delle schede in contemporanea. Le schede verticali presto riceveranno il supporto alle funzionalità drag and drop, le quali permetteranno per esempio agli utenti di trascinare un link dalla scheda aperta alla sidebar per aprirlo in un’altra scheda.

Un’altra funzione in arrivo su Microsoft Edge è chiamata Startup Boost e permetterà al browser di diventare nettamente più veloce in apertura. Startup Boost massimizza automaticamente le prestazioni del dispositivo riducendo il tempo necessario per aprire il browser dopo averlo chiuso o dopo un riavvio della macchina.

Il funzionamento di questa funzione è abbastanza semplice. All’avvio del computer verrà lanciato in automatico un processo di Edge in background non appena l’utente effettuerà il login. All’apertura del browser il processo passerà velocemente in primo piano pronto all’uso.

Quando Edge viene chiuso, il processo in background continua a rimanere attivo per velocizzare gli startup successivi. La funzione Startup Boost sarà abilitata automaticamente nelle prossime settimane e Microsoft ritiene che i tempi di avvio miglioreranno dal 29% al 41% con questa funzione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nubia Red Magic 6 è il primo smartphone da gaming con display e ricarica iper veloci

next
Articolo Successivo

iOS e Android allarme sicurezza: migliaia di app espongono i dati sensibili degli utenti

next