Intorno alle 21.30 di domenica i carabinieri hanno trovato i corpi di due uomini carbonizzati all’interno di un auto in fiamme nel Ferrarese. E’ ancora in corso l’identificazione delle vittime. Le forze dell’ordine hanno scoperto le salme all’interno di una vecchia Volkswagen Polo, proprietà di un 64enne di cui si erano perse le tracce la sera prima: la famiglia aveva segnalato la scomparsa ai carabinieri. Si tratta di un abitante di Codigoro, comune a pochi chilometri da Ferrara. L’uomo potrebbe corrispondere alla salma trovata al posto del guidatore.

Nella denuncia della famiglia era stato evidenziato come assieme al 64enne ci fosse in quel momento anche un parente, un 70enne del luogo, affetto da gravi patologie, il quale necessitava di farmaci. Non è ancora certo che i corpi carbonizzati corrispondano ai due soggetti scomparsi, anche se le prime ricostruzioni degli inquirenti vanno in questa direzione.

Il ritrovamento è avvenuto nel comune di Rero Trasignana, su segnalazione di alcuni residenti che hanno chiamato i vigili del fuoco dopo aver visto un auto in fiamme in un campo abbandonato. Dopo poco sul posto è intervenuto anche il pubblico ministero di turno della Procura di Ferrara, Lisa Busato, la quale ha disposto che le salme fossero poste a sua disposizione per gli esami autoptici. Le indagini in queste ore cercano di approfondire le ragioni che avrebbero portato alla morte.

Le indagini sono condotte dal reparto operativo del comando provinciale di Ferrara e dai nuclei operativi delle compagnie di Copparo e Comacchio dei carabinieri. Ora alle forze dell’ordine il compito di ricostruire i movimenti delle due persone e dell’auto, e contestualmente cercare sul territorio testimoni o immagini video che possano far luce su quanto successo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Droga, tatuaggi e debiti: è un 17enne accusato dell’omicidio del tabaccaio di Foggia. Il gip: “Aggressione crudele e furia criminale”

next
Articolo Successivo

Accoltella il fidanzato al cuore dopo una lite, fermato un 41enne nel Milanese con l’accusa di tentato omicidio

next