Quattro arresti tra il 2019 e il 2020, ora la chiusura delle indagini con altre 11 persone sotto inchiesta, cinque dei quali vigili urbani. Una vera e propria “cricca”, secondo gli inquirenti, quella che all’interno del corpo della Polizia Locale di Milano si adoperava – insieme a impiegati del Comune di Milano, di Aler e Ats -per cancellare le multe agli amici. Lo riportano oggi Il Giorno e Corriere della Sera.

Si allarga quindi l’inchiesta della Procura milanese che vede la posizione di diversi “ghisa” al vaglio del lavoro del pm Carlo Scalas: in tutto, tra gli indagati della Polizia Locale quelli iscritti alla Cisl sono sette, tra cui l’attuale segretario milanese e il suo predecessore, Mauro Cobelli, ‘mister 500 tessere’, al centro della vicenda che ha portato alle dimissioni dell’ex comandante dei vigili, Antonio Barbato. Ma la lista di persone che hanno chiesto o ricevuto la cancellazione, spesso in cambio di “favori” o di semplice riconoscenza, sarebbe molto più ampia.

Le multe – secondo la ricostruzione degli inquirenti – venivano tolte con interventi telematici o grazie a personale coinvolto nell’ufficio dedicato alle sanzioni, in via Friuli, dietro la corresponsione di una parte del dovuto che finiva nelle tasche dei protagonisti della vicenda. Tra le intercettazioni agli atti ce n’è una nella quale un’impiegata del Comune parlando con uno dei vigili, che l’aveva fatta contattare da un suo amico che aveva un problema con 5mila euro di multe, spiega: “Occhio a chi dai il numero Mauro, se non è gente ‘affidata’ non darlo più a nessuno, perché questo si è fatto le sue cose ed è sparito, e adesso dobbiamo vedere come cazzo fare”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista