Riparte il concorso straordinario per l’assunzione degli insegnanti con almeno tre anni di servizio alle spalle. Dopo lo stop deciso a inizio novembre per frenare la diffusione del coronavirus, sono state fissate le date per i candidati che non avevano ancora potuto sostenere la prova al computer. Il calendario è stato pubblicato sul sito del ministero dell’Istruzione e prevede che l’iter si concluda tra il 15 e il 19 febbraio. Ogni aula ospiterà in media 10 candidati, così come previsto dall’ultimo dpcm. Il provvedimento approvato dal governo a metà gennaio, infatti, ha previsto la possibilità di svolgere in presenza le prove concorsuali selettive a partire dal 15 febbraio, purché il numero di partecipanti a ogni sessione non sia superiore a 30.

L’elenco delle sedi d’esame, con la loro esatta ubicazione e l’indicazione della destinazione dei singoli candidati, sarà comunicato dagli Uffici Scolastici Regionali responsabili della procedura almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse nei rispettivi Albi e sui siti Internet. Ogni ulteriore informazione e documentazione relativa alla procedura concorsuale è disponibile a questo indirizzo, mentre qui è stato caricato il calendario delle prove diviso per classe di concorso. Complessivamente hanno aderito alla procedura 64mila prof su 32mila posti messi a bando. Lo scritto, in ottemperanza alle regole anti-Covid e per garantire il minore rischio di contagio, è stato organizzato in più giornate nei laboratori informatici degli istituti scolastici e in alcune aule universitarie del Paese. Subito dopo la conclusione del concorso straordinario, dovrebbe partire l’iter di quello ordinario dedicato ai neolaureati.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maturità 2021, le ipotesi del ministero per un altro esame di Stato “light”: una prova scritta e l’orale o solo il colloquio

next