Con 321 sì, 259 no e 27 astenuti, il Governo ha ottenuto dalla Camera la fiducia posta sulla risoluzione della maggioranza presentata sulle comunicazioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Nella prima prova (domani toccherà al Senato), l’esecutivo ha incassato una fiducia, con sei voti oltre la maggioranza assoluta che è pari a 315. Il risultato è stato accolto con un lungo applauso da parte dell’Aula

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, balzo del M5s con la crisi di governo e il Pd oltre il 20%. Arretrano Lega e Fratelli d’Italia, avanza Forza Italia. Renzi cala al 2,7%

next
Articolo Successivo

Crisi di governo, Conte alla prova del Senato. Favorevoli, contrari e astenuti: il pallottoliere. Ecco quali sono i voti sicuri e quelli in bilico

next